INFLUENZA ORMONALE NELLA REGOLAZIONE DEL METABOLISMO LIPIDICO DURANTE UN ESERCIZIO FISICO PROLUNGATO

I trigliceridi vengono ridotti in FFA (Fat Free Acid) e pronti per essere impiegati come fonte energetica, da un’enzima specifico denominato lipasi.

Quest’ultimo è attivato da almeno quattro ormoni

• cortisolo;

• epinefrina o adrenalina;

• noraepinefrina o noradrenalina;

• ormone della crescita

il livello di cortisolo

Nel plasma raggiunge il picco dopo30-45 minuti di attività, dopodiché scende, mentre la concentrazione ematica di FFA continua a salire durante tutto il periodo di attività: ciò vuole indicare che la lipasi deve continuare ad essere attivata da altri ormoni.  Il livello plasmatico e e GH cresce per tutto il periodo  di attività, facendo aumentare progressivamente il rilascio di FFA e l’ossidazione dei grassi.

Gli ormoni tiroidei contribuiscono alla mobilizzazione e al metabolismo degli FFA, ma in maniera meno marcata rispetto agli ormoni precedentemente citati. 

È quindi possibile affermare che gli acidi grassi liberi costituiscono una fonte primaria di energia sia in condizioni di riposo, sia durante l’attività fisica .

Quando diminuiscono le riserve di carboidrati, l’organismo ricorre maggiormente all’ossidazione dei grassi per ricavarne l’energia di cui ha bisogno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...