Pianificazione dell’allenamento

10376313_10205294057622094_6317012445640113437_n

Pianificazione dell’allenamento

La pianificazione dell’allenamento è un procedimento per raggiungere un obiettivo ed è il risultato di esperienze ricavate dalla prassi dell’allenamento e nozioni ricavate dalla scienza dello sport.

Un allenamento ben pianificato nel tempo, presenta innumerevoli vantaggi:

– Responsabilizza l’atleta che di fronte a una chiara pianificazione puòmeglio considerare l’attività come massima espressione delle sue attitudini;

– Un piano organico arreca fiducia all’atleta nei periodi d’incertezza o fragilità psicologica;

– Ciò che è ben pianificato è mezzo fatto;

– Aiuta, proprio mentre lo si realizza, a formarsi idee sempre più precise di ciò che deve fare;

– Piani ben strutturati aiutano a scoprire gli errori e a prevenirli con sufficiente anticipo;

– Impedisce frettolosi cambiamenti e una sperimentazione sprovveduta,

inoltre dona al lavoro un’impostazione scientifica. Nella teoria dell’allenamento, pianificare significa elaborare una serie di allenamenti che abbiano la finalità di raggiungere gli obiettivi che l’atleta si è prefissato di ottenere alla fine della stagione agonistica. La pianificazione prevede la stesura delle varie tappe per le quali si dovrà passare durante la stagione di allenamento. Un ciclo d’allenamento è caratterizzato dall’alternarsi di varie tappe in cui gli esercizi assumono carattere:

– Generale: sono esercizi di formazione e costruzione equilibrata delle diverse capacità fisiche non direttamente legate alla specificità che si prepara.

– Fondamentale: hanno una correlazione con il modello sportivo, anche se

non ne sono direttamente legati (esprimono contenuti dell’attività sportiva).

Sono correlati alla qualità e alla direzione che si vuole sviluppare. Sono esercizi che costituiscono la muscolatura utile all’attività.

– Speciale: sono correlati nella forma e nell’intensità riguardo alla specificità della prestazione.

– Uso degli accorgimenti per sviluppare una qualità che si usa in gara.

Ripropongono dei modelli. Adattano la forza sviluppata con i fondamentali in forza specifica del movimento.

– Specifico o di gara: non sono altro che la ripetizione di gara o frazione di gara che riproducono gli schemi di movimento della gara stessa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...